Oz – stagione 1-2-3-4-5-6 megaupload ita download

Pubblicato: ottobre 8, 2011 in Fileserve, Megaupload, Oz, Serie-Tv
Oz è una serie televisiva statunitense realizzata nel periodo 19972003, ideata da Tom Fontana e prodotta da Barry Levinson e dallo stesso Tom Fontana. È la prima serie televisiva della durata di 55 minuti circa a episodio della HBO. La serie è di genere drammatico/thriller.
Il titolo di questa serie prende il nome dall’Oswald State Penitentiary, ovvero “Oswald, penitenziario di massima sicurezza”, rinominato in seguito in “Oswald, istituto correzionale statale di quarto livello”.

L’ambientazione del telefilm rimane volutamente ignota, idealmente rappresentata da tutto il territorio statunitense. Ne sono la prova i riferimenti all’utilizzo di tutti i metodi di pena capitale previsti dalla legislazione americana, in realtà non applicati in nessuno degli stati singolarmente. Ogni episodio è girato all’interno del carcere, non si vede quasi mai l’esterno, l’ora d’aria inoltre non è mai ripresa. Cantastorie che accompagna tutta le serie è il detenuto Augustus Hill (Harold Perrineau Jr.), parte integrante della storia che in ogni puntata ci presenta i detenuti e ci espone le sue teorie sul sistema carcerario e sulla vita.

Trama:
Oz è una serie televisiva che tratta in modo molto reale, crudo e violento gli avvenimenti dei detenuti all’interno del penitenziario di “Oswald” (Oz), ed in particolare di una sezione, “il quinto braccio”, meglio conosciuto come il “Paradiso”. Qui i detenuti vengono tenuti dentro delle stanze con vetri in plexiglas, a differenza delle classiche celle, ogni centimetro di queste stanze è visibile agli agenti che rimangono all’interno del braccio 24 ore su 24. Al centro del braccio vi è un enorme atrio, dove i detenuti passano la maggior parte della giornata: televisione, tavoli per giocare a carte, postazioni telematiche e telefoni pubblici. Dietro tutto questo si nascondono le operazioni malavitose di cui sono protagonisti la maggior parte dei detenuti: contrabbando, spaccio, abusi, risse e omicidi.
I detenuti del Paradiso sono divisi in gang rivali, che si contendono il controllo dello spaccio e dell’accesso ai lavori meno pesanti. Ciascun gruppo è caratterizzato dal colore della pelle, dalla nazionalità o dalla religione. Non appena un detenuto mette piede a Oz deve decidere volente o nolente da che parte stare, ed entra suo malgrado nella spirale di rivalità e ritorsioni tra i vari gruppi etnici.
  • Gli Ariani: guidati da Vernon Schillinger. Un gruppo di neonazisti numeroso e potente, in perenne contrasto con gli Zombie e con i musulmani.
  • Gli Zombie: Il gruppo dei ‘fratelli’ neri. Inizialmente guidato da Simon Adebisi.
  • I Latinos: Il gruppo dei latinoamericani, con a capo Raoul Hernandez.
  • I centauri
  • I Musulmani: Guidati da Kareem Said, per lungo tempo votati alla non violenza, cercano di mettere pace tra i vari gruppi rivali.
  • I Siciliani: Sono inizialmente il gruppo più potente del Paradiso, ed hanno il controllo totale dello spaccio. Il loro capo è Nino Schibetta.
  • Gli Irlandesi: guidati da Ryan O’Reily.
  • I Gay: gruppo di omosessuali dichiarati, spesso additati come “checche” per via della loro sessualità esplicitata, talvolta, con costumi e trucchi appariscenti.
  • I Cattolici: gruppo di credenti che si impegnano nella diffusione della religione cattolica tra i detenuti.
  • Gli Altri: tutti quei detenuti che non sono affiliati a nessuna delle precedenti bande. Formano un gruppo a sé stante per gli appartenenti alle altre gang, e vengono spesso coinvolti in vendette trasversali.
La sezione chiamata “Paradiso” è stata creata da Tim McManus (Terry Kinney), soprannominato “Il redentore”, nel tentativo di rieducare i detenuti, riabilitarli e dar loro un’istruzione, affinché una volta usciti da Oz si reinseriscano nella società come dei buoni cittadini. Uomo di grandi ideali è sempre disposto a qualunque cosa per il bene del suo braccio e dei suoi detenuti.
Ad ogni detenuto del “Paradiso” è assegnato un compito, i doveri sono tra i più diversi, chi gestisce la cucina, chi da una mano in infermeria, chi gestisce la posta e chi aiuta in biblioteca.
Le storie narrate sono le più varie, durante la serie ci sono decine e decine di protagonisti, per ognuno di loro viene spiegato il motivo della propria incarcerazione e ne vengono inseguiti i movimenti all’interno del penitenziario e spesso ne viene raccontata la fine.