Brothers – megaupload ita

Pubblicato: ottobre 10, 2011 in Drammatico, Fileserve, Film, Guerra, Megaupload

Brothers è un film del 2009 diretto da Jim Sheridan, remake statunitense del film danese Non desiderare la donna d’altri. Uscito nei cinema italiani il 23 dicembre 2009.

Trama:
Sam Cahill (Tobey Maguire) è un Marine dell’esercito statunitense, marito di Grace (Natalie Portman) e padre di due bambine, che è costretto a partire per una missione in Afghanistan, lasciando così moglie e figlie da sole. Nella scena iniziale del film, suo fratello minore, Tommy (Jake Gyllenhaal) esce di prigione, dove era entrato per aver commesso una rapina a mano armata. Mesi dopo, giunge a casa la terribile notizia che Sam è morto in un’azione di guerra e Tommy, fino ad allora malvisto da Grace per la sua vita da sbandato, decide di aiutare la famiglia del fratello scomparso. Dopo un inizio non facile, riesce a costruire un rapporto di affetto molto intenso con le due bambine e con la stessa Grace: egli gioca con le nipotine e si guadagna la fiducia della cognata coinvolgendo un gruppo di amici nel rimettere a nuovo la sua cucina. Tra i due, complice l’instabile condizione emotiva dovuta alla presunta morte di Sam, si instaura una relazione molto intensa, che culmina in un appassionato bacio accanto al camino di casa Cahill. Tuttavia, il senso di colpa nei confronti di Sam distoglie i due dal portare avanti il rapporto. In realtà Sam non è morto, ma è solo stato catturato con un soldato della sua compagnia, Joe, da un gruppo ribelle. In un villaggio fra le montagne, i due vengono torturati e costretti a farsi filmare mentre dichiarano l’inutilità della guerra in Afghanistan e la superiorità della popolazione locale nei confronti degli americani. Le torture proseguono per giorni, e il primo a farne le spese è Joe, che viene quasi spinto alla pazzia. Ma la loro terribile vicenda da prigionieri non finisce qui. Nella scena più drammatica del film, i carcerieri, evidentemente ritenendo inutile tenere in vita entrambi gli ostaggi, pongono Sam davanti ad una terribile scelta: uccidere il compagno o venire ucciso lui stesso. All’inizio, Sam rifiuta, ma le minacce si fanno più pressanti, e in un impeto di disperazione il giovane soldato uccide l’amico con una mazza di piombo, sotto gli occhi dei rapitori e ripreso con un videocamera. Poco tempo dopo, un’incursione dell’esercito americano lo libera dal luogo dove era stato fatto prigioniero. Così un giorno, Grace riceve una telefonata in cui le viene comunicato che il marito dato per defunto è vivo, ed è stato ritrovato. Sam torna a casa, ma non è più lo stesso: vive nello shock della prigionia passata e dell’azione che è stato costretto a compiere, divorato dal senso di colpa e mentalmente disturbato. Tuttavia, non rivela a Grace e Tommy cosa lo turba. Le bambine percepiscono, senza poterlo spiegare logicamente, il cambiamento nella figura paterna, e reagiscono attaccandosi emotivamente alla figura di Tommy, che viene preferito a Sam. Durante la festa di compleanno di una delle due figlie, la maggiore dichiara di preferire lo zio al papà, e che Tommy e Grace hanno avuto una relazione sessuale. La notizia sconvolge Sam, che nonostante venga rassicurato da Grace sulla falsità delle parole della figlia, si lascia andare e un impeto di rabbia e disperazione nel quale distrugge la cucina da poco rimessa a nuovo e punta la pistola prima su Tommy e poi, sotto gli occhi della polizia (chiamata dallo stesso Tommy), sulla propria testa, sfiorando il suicidio e cedendo solo grazie all’aiuto del fratello, che riesce a farlo tornare in se. Dopo l’accaduto, Sam viene rinchiuso in un ospedale psichiatrico, e durante l’ultima scena del film riceve la visita di Grace, che minaccia di lasciarlo per sempre se non le spiega la causa del suo turbamento. Sam si scioglie, e rivela quanto accaduto nel villaggio afghano. I due si abbracciano, e il film termina con una lettera letta da Sam, nella quale racconta ciò che la vicenda gli ha insegnato e rivela i suoi dubbi riguardo la possibilità di ricominciare a vivere una vita normale.
Link download:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...