Capriccio all’italiana – megaupload ita

Pubblicato: ottobre 15, 2011 in Commedia, Fileserve, Film, Megaupload

Capriccio all’italiana è un film collettivo di generecommedia all’italiana del 1967, composto da sei episodi diretti da altrettanti registi:

Trama:

1º episodio: La bambinaia [modifica]
Regia di Mario Monicelli.
Una bambinaia (Silvana Mangano), non volendo che i suoi bambini leggano i fumetti di Satanik e Diabolik, racconta loro le fiabe classiche di Charles Perrault, ma ne provoca il pianto ed il terrore.
2º episodio: Il mostro della domenica[modifica]
Regia di Steno.
Un vecchio signore (Totò) che ha l’abitudine di recarsi due volte a settimana dal barbiere, odia la moda dei “capelloni” cioè quei ragazzi che portano i capelli lunghissimi, e riesce in tutti i modi e con tutti i travestimenti (prete, prostituta, zampognaro) di attirarli con l’inganno e di raparli a zero con forbici e macchinetta. I malcapitati, vergognandosi per la calvizie, si nascondono in un capannone. Alla fine il signore verrà scoperto e fermato dalla polizia, ma poi il commissario lo rilascerà in cambio di un favorino (taglio di capelli al figlio) che l’anziano gli farà volentieri.
3º episodio: Perché? [modifica]
Regia di Mauro Bolognini.
Una donna (Silvana Mangano) ed un uomo sono a bordo di un’auto. Lei lo incita ad andare sempre più veloce e a tagliare la strada alle altre auto. Il tamponamento con un’altra auto sarà inevitabile, e alle rimostranze dell’altro conducente lei incita il fidanzato a colpirlo con una chiave inglese. L’episodio si chiude col primo piano del titolo di un quotidiano che riferisce dell’omicidio del guidatore indisciplinato: “La fidanzata si chiede: perché?” (evidente l’ironia sull’istigazione a usare la chiave inglese da parte della donna).
4º episodio: Che cosa sono le nuvole?[modifica]
La storia è una rivisitazione dell’Otello, recitato da un gruppo di marionette (Totò, Ninetto Davoli, Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Laura Betti, Adriana Asti), che sulla scena fingono ma dietro le quinte svelano la verità. A un certo punto la rappresentazione è interrotta dal pubblico che, nel momento più drammatico, irrompe sulla scena e disapprovando i comportamenti di Otello (Ninetto Davoli) e di Jago (Totò) li fa a pezzi. Lo spazzino (Domenico Modugno) getta le due marionette in una discarica, dove i due fantocci rimangono incantati a guardare le nuvole.
Questo episodio è l’ultima pellicola cinematografica in cui appare Totò, anche se non è l’ultimo film girato dall’artista: Capriccio all’italiana fu infatti assemblato unendo questo episodio agli altri, che erano stati scartati da un altro film, Le streghe, ed uscì nel 1968, pur essendo stato girato l’anno prima. L’ultimo film effettivamente girato da Totò rimane quindi Uccellacci e uccellini, uscito già nel 1967.
5º episodio: Viaggio di lavoro [modifica]
È un misto di Cartone animato ed attori in carne ed ossa: una regina (Silvana Mangano) si reca in visita in un paese africano ma sbaglia discorso, pronunciandone uno destinato ad un altro paese, e rischia di essere linciata.
6º episodio: La gelosa [modifica]
Silvana (Ira Fürstenberg) crede che il marito Paolo (Walter Chiari) la tradisca e per questo lo segue sempre.
Link download:

    Lascia un commento

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...